michelle Marsonnet,FALLIBILISMO E CONOSCENZA SCIENTIFICA

n.b.   una precedente versione di questo testo è stata pubblicata con una errata attribuzione dell’autore   E’ possibile tracciare una linea di demarcazione netta tra la realtà e la conoscenza che ne abbiamo? Per quanto attraente tale prospettiva possa sembrare, essa si rivela assai difficile da perseguire per chiunque intenda esplicitare tale distinzione senza partire da dogmi precostituiti. Si può … Continua a leggere

IL “CASO MARCHIONNE”.IL PRODOTTO DI UN’APOCALISSE CULTURALE. Uomini e no: un’analisi …

   http://www.ildialogo.org/cEv.php?f=http://www.ildialogo.org/storia/Analisi_1348212970.htm STORIA D’ITALIA (1992-2012): “FORZA ITALIA”!!! Luciano Gallino, nel suo splendido “La lotta di classe dopo la lotta di classe” calcola che nel corso del ventennio a cavallo tra il novecento e il nuovo secolo lo spostamento di ricchezza dal monte salari al monte profitti sfiori i 250 miliardi di euro all’anno …“FABBRICA ITALIA” E IL “CASO MARCHIONNE”.IL PRODOTTO … Continua a leggere

Andrea Giardina, Consigli agli insegnanti

www.doppiozero   Consigli agli insegnanti Andrea Giardina Dieci consigli di un insegnante agli insegnanti che ricominciano: 1.     È una questione complicata, perché obiettivamente i primi momenti di lezione sono tutti da inventare. Ma ricordatevi di non snocciolare agli studenti, pochi secondi dopo aver fatto ingresso in classe, tutto il programma dell’anno, indicando pure la data delle verifiche scritte e ribadendo che … Continua a leggere

ROMANO LUPERINI – OTTO TESI SULLA CONDIZIONE DEGLI INTELLETTUALI * (

ROMANO LUPERINI – OTTO TESI SULLA CONDIZIONE DEGLI INTELLETTUALI * (ALLEGORIA 64) pubblicata da Vladimir D’Amora il giorno Sabato 8 settembre 2012 1.Per almeno un ventennio, fra la fine degli anni Settanta e quella degli anni Novanta, ma anche oltre, la linea dominante della cultura “alta” europea e nordamericana ha proposto un’idea del rapporto col mondo e una figura d’intellettuale … Continua a leggere

Carla Montagna ,Amarmi senza scarpe

carla Montagna   Amarmi senza scarpevuol dire amare le mie lunghe gambe brune,dolci e care, buone come cucchiaie i miei piedi, due bambiniliberi di giocare nudi. Nodose sporgenzele mie dita, non più costrette– e in più guarda le unghie ele prensili giunture di giunturecome in dieci passi mettono radici –irrequieti e selvaggi: questol’ammazzò, questo la cucinò.Lunghe gambe brune e lunghe … Continua a leggere

ATTILIO MANGANO,poesia per la morte di Salvatore Carbone

poesia per la morte di Salvatore Carbone  LA SOLITA STORIA:MORIRE DI AGOSTOSENZA PREAVVISOCOL CALDO PIU’ TOSTOA FUTURA MEMORIALASCIANDO UN SORRISO  IL GIORNO DEL BECCHINOIMBANDIERATO A FESTASARO’ IN UN ANGOLINO A SCUOTERE LA TESTA RECITERO’ PREVERT:PADRE NOSTRO CHE SEI NEI CIELI RESTACI –SENZA DI NOI-(CHE  RESTEREMO SULLA TERRA) MENTRE CON “WHEN THE SAINTSGO MARCHIN IN”GLI AMICI INTONERANNOIL BLUES DELLA VITA COSI ALMENO MORIRE D’AGOSTOSARA’ UNA VERA PARTITA E POI … Continua a leggere

Edda Martino,Unità e disunità d’Italia

DOPPIOZERO Dossier Unità e disunità d’Italia a cura di Marco BelpolitiNapoli / Paesi e città Elda Martino Santa Lucia e poi il numero civico. Avevo parlato velocemente al tassista salendo sull’auto a Piazza Garibaldi. Lui mi aveva guardata attraverso lo specchietto retrovisore mentre io come sempre cercavo la targhetta col suo numero di licenza e il suo nome. Poi aveva osservato … Continua a leggere

Jacopo Valli,Dell’estetizzazione dell’Essere di Jacop Valli

Kasparhouser rivista di cultura filosofica Dell’estetizzazione dell’Esseredi Jacop Valli 21 giugno 2012 L’Infinito è propriamente ciò che non ha limiti, poiché finito è evidentemente sinonimo di limitato; non si può dunque, se non abusivamente, applicare tale termine ad altro che a ciò che non ha assolutamente alcun limite, vale a dire al Tutto universale, il quale include in sé tutte … Continua a leggere

PerParlare 9. Scuola, godimento e indisciplina. Qualche nota.

DOMENICA 17 GIUGNO 2012 PerParlare 9. Scuola, godimento e indisciplina. Qualche nota. Si fa un gran parlare di questi tempi di scuola: disciplina, bullismo, collasso del sistema educativo, tutti argomenti alla moda per certi “circoli radical chic”. La scuola è al centro di sceneggiati televisivi seguitissimi e di innumerevoli romanzi oltre che di un certo numero di saggi, di solito … Continua a leggere

Romano Luperini, Un meridiano per le poesie di Fortini

Un meridiano per le poesie di Fortini19 giugno 2012 Pubblicato da Le parole e le cose di Romano Luperini[Nell’autunno scorso, sul “Sole 24ore”, si era aperto un dibattito sul canone della letteratura contemporanea proposto dai “Meridiani” Mondadori. In quell’occasione Romano Luperini aveva scritto questo intervento, che non è mai stato pubblicato (gm)].Vedo da “Il Sole 24 ore” di domenica 6 … Continua a leggere