MASSIMO DE CAROLIS – DISPOSITIVI TECNICI E COSTRUZIONE DEL Sé

MASSIMO DE CAROLIS – DISPOSITIVI TECNICI E COSTRUZIONE DEL Sépubblicata da Vladimir D’Amora il giorno giovedì 24 maggio 2012  Io oggi avrei intenzione di trattare il tema della relazione, del rapporto tra le operazioni mentali dei sistemi psichici e le operazioni comunicative dei grandi sistemi sociali; detto in parole molto più semplici la questione è quella di studiare il rapporto … Continua a leggere

Maurilio Rino Riva, La profezia di Einstein di D.Sher

La profezia di EinsteinIl libro di Daniel Sher è un appassionante e appassionato romanzo corale, scritto con grande sagacia e, pur essendo un libro di invenzione, dimostra una attenzione scrupolosa dei fatti storici e della ricostruzione accurata di luoghi e ambienti.Dalla Odessa del 1910 da cui prende l’abbrivo fino alla Palestina del 1920 narra le vicende pubbliche e private di … Continua a leggere

Pepe Rojo,Nano, Giga, Godzilla, Hiroshima. L’oggetto del XX secolo.

Nano, Giga, Godzilla, Hiroshima. L’oggetto del XX secolo.        Written by Pepe Rojo      Thursday, 09 March 2006      La cosa comincia, o meglio possiamo dire scompare, nel 1905. Nessuno lo diceva apertamente, però era così, stava svanendo. Da una parte Sigmund Freud pubblica Tre Saggi sulla Sessualità. Man mano che scopre e differenzia gli oggetti delle tappe dello … Continua a leggere

Cinque poesie da “Time and Materials” di Robert Hass

 Cinque poesie da “Time and Materials” di Robert Hass, uno dei maggiori poeti americani contemporanei,con le traduzioni inedite di Damiano Abeni.     Oscurità acida e alata Una frase che contenga “ombra screziata”.Un che di non dicibileche sgorga dal silenzio del mattinorecondito come il tordo. L’altro, l’ufficiale, che portava cipollee vino e sacchi di farina,il maggiore con il ginocchio gonfio,pretendeva … Continua a leggere

Carlo Olmo,Cittadini si diventa: in piazza

CULTURA21/05/2012 –Cittadini si diventa: in piazza “La Città ideale” di Anonimo fiorentino (1480-84). CARLO OLMO I fili che si intrecciano quando si ragiona sui possibili legami tra la piazza e le espressioni della cittadinanza sono davvero tanti e molto ingarbugliati. Sono fili complessi e contradditori, non solo perché attraversano geografie e cronologie. Sin dalle prime tracce scritte che noi abbiamo … Continua a leggere

MOLTINPOESIA, Experimentum

moltiinpoesia domenica 13 maggio 2012 Experimentum moltinpoesia:Testi poetici (e non) da immagini Stamattina ho ricevuto questa foto inviatami da Mayoor. Ho pensato: Ecco i moltinpoesia (vabbé mancano le signore…) se fossimo in Africa! Potrebbe essere anche un’immagine allegorica: il carro dei moltinpoesia nel deserto… Si potrebbe fare l’”esperimento”:  versi o riflessioni a partire dalla foto…[E.A.] ….Comincia Emilia Banfi:Guardate e pensate, … Continua a leggere

Patrizia Gioia,Malinconia umana

cos’è questo bisogno di gigantequesto fiato che va all’indietroquesta vetta che non risponde al passo? cosa ti incita sempre al di piùal più grandeal più alto? perchè non tirarti un passo indietroafferrarti alla terra e mettere l’orecchioall’antico passoalla verga d’avellanoal caldo amico di una mano? uomo che ne fai di teche ne sai di tedi quel che spinge che non è sviluppoma eterno soffio canto … Continua a leggere

Christian Raimo,Romanzo di uno strascico

Nuovo cinema paraculoRomanzo di uno strascico di Christian Raimo Come trasformare un film animatissimo di buone intenzioni in un roba deludente? Basta fidarsi troppo delle buone intenzioni (le strade per l’inferno, si sa, ne sono lastricatissime). Romanzo di una strage di Marco Tullio Giordana è un film che avrebbe potuto essere bello, e non lo è. Per moltissimi motivi. Per … Continua a leggere

BIFO,Perché gli artisti? MACAO è la risposta

Perché gli artisti? MACAO è la risposta Written by Franco Berardi Bifo “perché i poeti nel tempo della povertà?” chiede Holderlin nel suo poema “Pane e vino”.E commentando questo verso, Heidegger dice: “Forse siamo nel momento in cui il mondo va verso la sua mezzanotte”.  In nome del vuoto Il 5 maggio un gruppo di artisti, architetti, insegnanti e studenti … Continua a leggere

“Patmos”, la poesia di Pier Paolo Pasolini sulla strage di piazza Fontana.

uella che segue è “Patmos”, la poesia di Pier Paolo Pasolini sulla strage di piazza Fontana. Sono sotto choc è giunto fino a Patmos sentoredi ciò che annusano i cappellanii morti erano tutti dai cinquanta ai settantala mia età fra pochi anni, rivelazione di Gesù Cristoche Dio, per istruire i suoi servi– sulle cose che devono ben presto accadere –ha … Continua a leggere