CLAUDIO VALERIO VETTRAINO,ripensare Marx in tempi di crisi

Critica Impuraletteratura, filosofia, arte e critica globaleSpoliticizzazione e messianesimo politico: ripensare Marx in tempi di crisi Pubblicato il17 marzo 2012  di CLAUDIO VALERIO VETTRAINOCiò che questa crisi economico-finanziaria ci ha dimostrato, oltre ai limiti strutturali della società capitalistica nel suo complesso, è l’incapacità muta ed imbarazzante della politica nel gestire e governare questi processi. La “sconfitta” della politica risulta evidente … Continua a leggere

ALBERTO ARBASINO – GENIUS LOCI (prima parte)

ALBERTO ARBASINO – GENIUS LOCI (prima parte)pubblicata da Vladimir D’Amora il giorno sabato 17 marzo 2012 a Carlo Emilio Gadda aveva già più di sessant’anni, scriveva da più di trenta, e non aveva ancora pubblicato in volume il Pasticciaccio, ormai praticamente dimenticato o ignorato, forse, quando i ventenni degli Anni Cinquanta scoprirono la sua posizione centrale nella nostra letteratura contemporanea. … Continua a leggere

ANDREA CORTELLESSA – FENOMENOLOGIA DELLA CANOTTA

ANDREA CORTELLESSA – FENOMENOLOGIA DELLA CANOTTApubblicata da Vladimir D’Amora il giorno venerdì 16 marzo 2012 Il confronto tra due volumi recenti, «La canottiera di Bossi» di Marco Belpoliti e «Parole al potere», antologia di discorsi dall’Unità a oggi, a cura di Gabriele Pedullà, mette in luce un abbassamento stilistico, evidente nella lingua come nei segnali del corpo        È (ri)cominciato tutto … Continua a leggere

Antonio Polito,Il costo reale di tanti ritardi

LEZIONE DI MARCO BIAGI, 10 ANNI DOPO    corriere della sera Il costo reale di tanti ritardi Scusate il ritardo. Dieci anni dopo l’assassinio di Marco Biagi, forse si riforma il sistema di ammortizzatori sociali; che poi in Europa si chiama Welfare , perché da noi serve ad ammorbidire le cadute e lì a rimettere in piedi chi cade. Dieci anni … Continua a leggere

FRANCESCO VALERIO TOMASI – L’ANALOGIA IN CARL SCHMITT E IN GIORGIO AGAMBEN.

FRANCESCO VALERIO TOMASI – L’ANALOGIA IN CARL SCHMITT E IN GIORGIO AGAMBEN. Un contributo al chiarimento della teologia politicapubblicata da Vladimir D’Amora il giorno giovedì 15 marzo 2012 Se l’espressione «teologia politica» sembra ormai essere divenuta di uso comune nel dibattito specialistico, indicando un ambito disciplinare autonomo, o quantomeno una impresa scientifica specifica, ancora non delimitati con certezza sono la … Continua a leggere

Massimo Raffaeli,Gisèle Freund, una fotografa umanista

le parole e le cose Gisèle Freund, una fotografa umanista13 marzo 2012 Pubblicato da Massimo Raffaeli |di Massimo RaffaeliLa prima volta che il fotografo Danilo De Marco le telefonò al numero di Parigi si sentì rispondere da una donna dalla voce bassa e rauca che lo pregava di riprovare dopo un paio di mesi perché Madame non era in casa; … Continua a leggere

Sylvia Plath,Io sono verticale

daBarbara Pagnini    14 marzo Io sono verticale Ma preferirei essere orizzontale. Non sono un albero con radici nel suolo succhiante minerali e amore materno così da poter brillare di foglie a ogni marzo, né sono la beltà di un’aiuola ultradipinta che susciti grida di meraviglia, senza sapere che presto dovrò perdere i miei petali. Confronto a me, un albero è … Continua a leggere

Isabella Adinolfi,Giorgio Agamben, Quel che resta di Auschwitz. L’archivio e il testimone

Giorgio Agamben, Quel che resta di Auschwitz. L’archivio e il testimone Giorgio Agamben, Quel che resta di Auschwitz. L’archivio e il testimone, Bollati Boringhieri, Torino 1998 Il libro di Giorgio Agamben è una stimolante riflessione sulla Shoah, su ciò che essa ha significato per l’etica e, più in generale, per la comprensione dell’uomo, un libro che mette in moto i … Continua a leggere

Giuseppe Muraca Danilo Montaldi, l’ altra Italia della povera gente

Giuseppe MuracaDanilo Montaldi, l’ altra Italia della povera genteIL LIBRO DEL GIORNO di Corrado StajanoQuando, nel 1961, usci’ da Einaudi “Autobiografie della leggera”, di Danilo Montaldi, eravamo agli albori del miracolo economico e quel libro appariva inserito nel mondo contadino: marginali, vagabondi, ex carcerati, uomini del Po dai mestieri improbabili, prostitute e ladri di paese, avevano trovato la loro raffigurazione … Continua a leggere

SERGIO BOLOGNA – I VOLONTARI DELLA CONOSCENZA

sERGIO BOLOGNA – I VOLONTARI DELLA CONOSCENZApubblicata da Vladimir D’Amora il giorno martedì 13 marzo 2012 l lavoro intellettuale ridotto a insieme di competenze. Pubblichiamo uno stralcio dell’intervento che sarà presentato oggi all’iniziativa in corso all’Auditorium della musica di Roma        C’è stato un tempo, quello nel quale si è formata e consumata la mia generazione, durante il quale la condizione … Continua a leggere