Adriano Sofri, Lei non sa chi sono io

sofri.gifPICCOLA POSTA

25 maggio 2011

Poche frasi sono torbide e ambigue come quella: “Lei non sa chi sono io”. Del resto, basta cambiare il tono con cui la si pronuncia per cambiarne il significato. Può perfino voler dire: “Io stesso non so chi sono io”. Dice una ricostruzione della vicenda al Sofitel di New York che DSK avrebbe chiesto alla signora, chiamandola ripetutamente, “baby”, “Lei sa chi sono?”. Domanda impegnativa. La sua premessa era che lo stesso DSK sapesse chi era lui, e che anche la signora potesse o dovesse saperlo, e che il saperlo dovesse rassicurarla o addomesticarla. Lui probabilmente pensava di essere qualcosa di grandioso, non so, il direttore del Fondo Monetario Internazionale, il prossimo presidente della Repubblica francese, qualcosa del genere. E lei avrebbe dovuto riconoscerne il rango anche così, nudo com’era – non dev’essere un grande spettacolo. Era più semplicemente – salvo errore – un disgraziato prepotente che faceva violenza a una donna inerme e in una posizione debole. Se la cosa è andata così, lei sapeva bene chi era lui, e ora anche lui lo sa. Faccio fatica anche a scrivere, come si usa, che mi auguro che lui possa dimostrare la sua innocenza ecc., perché in questo caso vorrebbe dire che mi auguro che sia dimostrata la falsità e la calunnia della signora, e, tutto ben considerato, sarebbe la cosa più triste. Non è che DSK non ispiri una pena anche lui, ma a una enorme distanza da quella che ispira la signora cameriera, e a una distanza lunga anche da quella che suscita sua moglie. Quanto alla domanda, ricorda amaramente per contrasto quella così turbante del Vangelo: chi dicono che io sia? Il fatto è che nel momento stesso in cui qualcuno, che si crede importante, dice minacciosamente a qualcun altro, che ritiene infimo, “Lei non sa chi sono io”, sta fornendo la più indiscutibile prova di chi è lui. Un fottutissimo stronzo.

© – FOGLIO QUOTIDIANO
di Adriano Sofri

Adriano Sofri, Lei non sa chi sono ioultima modifica: 2011-05-27T14:36:22+02:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento