Spazio Studio presenta Milano ictus

SpazioStudio presenta: Milano Ictus – cartolina e video promo, MILANO ICTUS lo spettacolo al teatro Filodrammatici debutta il 29 ottobre ….di Patrizia Gioia

milano-ictus_filodrammatici.jpg

Pochi giorni fa, il mio amato Claudio Magris, ospite a Strasburgo, diceva che :  “La politica non è fatta per rendere felici gli animi sensibili.
Ci sono cose più importanti, lavoro, scuola, ospedali. “
Io aggiungo: anche il teatro. 

Cari Amici di SpazioStudio…. eccoci a Teatro!

http://www.youtube.com/watch?v=xhKdtvrvx8I

il link del promo con le riprese realizzate durante le prove di luglio del nostro spettacolo, che debutterà al teatro Filodrammatici di Milano, il 29 ottobre alle ore 21.

MILANOICTUS, spettacolo poetico-musicale, racconta il crollo del Duomo di Milano. A narrare la storia due protagonisti: Ambrogio Colombo, Primario d’Ospedale, travolto dal crollo, e un cantastorie della vecchia Milano, testimone da Piazza dei mercanti del tragico evento. Il crollo del Duomo, cuore e simbolo della città, è l’agente che scatena un recupero dello spirito originario di Milano, rintracciabile in tutta la sua storia dalla fondazione ai giorni nostri.
Milano, come fosse un uomo colpito da ictus, riabilita il suo linguaggio e il suo sentimento popolare, nel tentativo di stabilire una rinnovata relazione tra lingua italiana e dialetto milanese, uomo e parola poetica, città e canto interculturale, comunità e suono universale.

Ictus come colpo. Ictus come accento ritmico di un verso, di un passo che segna un cammino. Ictus come scoperta del Battistero di Sant’Ambrogio. Ictus come pesce, acrostico cristologico (Ichthùs-pesce) che significa “Gesù Cristo figlio di Dio Salvatore”. Ictus come accidente cerebrovascolare che nasce e muore nel cuore di Milano: il Duomo. Ictus come crollo del Duomo di Milano.
Milano Ictus come progressivi crolli poetici che celebrano il rito di passaggio dalla condizione di ictus a quella integrata di Ichthùs.

E’ stato proprio qui, al teatro Filodrammatici, durante una conferenza stampa come questa, che qualcuno ha usato la parola “militanza”.
Mi si è accesa non una luce, ma una miccia, che spero non mi si spenga più.
Militanza  come  “non opporre al male un bene armato”.
Questo è il solo cammino umano verso la pace, un moto al luogo, sempre verso un “dove? “.
Oggi siamo tutti chiamati ad una conversione, c’è necessità di un cambiamento radicale, non solo nel nostro modo di rapportarci nel sociale, ma nella nostra condizione del reale.

Questo significa, ci dice Raimon Panikkar una novità storica, una sfida metafisica, e una mutazione religiosa.
Noi siamo le mani del destino…dunque comportiamoci di conseguenza.
Buon lavoro da Patrizia Gioia
responsabile progetti per Milano

Spazio Studio presenta Milano ictusultima modifica: 2010-09-28T15:30:46+02:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento