Corrado Bevilacqua, Il pane e le rose prima parte

Corrado BevilacquaIl pane e le roseSaggi sul superamento del capitalismo I libri di Belfagorcorradobevilacqua.wordpress.com Ai miei genitori Premessa Qualunque partito vinca le prossime elezioni politiche; chiunque assuma il governo del Paese, dovrà fare i conti con problemi che affondano le loro radici nella storia. Ne deriva che per   comprendere tali problemi può essere  utile fare un po’ di storia. Inoltre, … Continua a leggere

Michele Caccamo,Sono rinchiuso nel segreto

Sono rinchiuso nel segretoche mi nasconde al tuo cuoree per impresa alle tue manitu non sai quanto più vecchio sia il mio debito all’amoredalla tua pratica di fatto ciecache chi sconfigge amanon mi farò più toccareperché ho sempre davanti le tue sorveglianze le tue forme di diritto le tue bassure     inedito di Michele Caccamotratto da: pertanto accuso —

Alfonso Navarra,Equitalia e l’INPS che svende case a Bonanni

Equitalia e l’INPS che svende case a Bonanni da parte di Alfonso Navarra    a mercoledi 9 maggio – ore 17.30, per la presentazione del libro di Alfiero Grandi al Punto Rosso di via Pepe (sarà presente Pisapia?) a mercoledi 16 maggio per la riunione del CAVRA in via Borsieri, 12 –  ore 18.00 (aspettate invito ufficiale per conferma) (per giovedi … Continua a leggere

IL PROBLEMA JEAN-JACQUES ROUSSEAU E LA CECITA’ DELLA TRADIZIONE CRITICA

 <http://www.ildialogo.org/filosofia/documenti_1335944009.htm PER LA CRITICA DELL’ECONOMIA POLITICA E DELLA TEOLOGIA “MAMMONICA”, PER IL “RISCHIARAMENTO” (“AUFKLARUNG”) NECESSARIO. ANCORA NON SAPPIAMO DISTINGUERE L’UNO DI PLATONE DALL’UNO DI KANT, E L’IMPERATIVO CATEGORICO DI KANT DALL’IMPERATIVO DI HEIDEGGER E DI EICHMANN !!!IL PROBLEMA JEAN-JACQUES ROUSSEAU E LA CECITA’ DELLA TRADIZIONE CRITICA. Una sintesi di Bruno Gravagnuolo – con alcuni approfondimentiEcco allora ciò che deve essere … Continua a leggere

IL PROBLEMA JEAN-JACQUES ROUSSEAU E LA CECITA’ DELLA TRADIZIONE CRITICA

 <http://www.ildialogo.org/filosofia/documenti_1335944009.htm   PER LA CRITICA DELL’ECONOMIA POLITICA E DELLA TEOLOGIA “MAMMONICA”, PER IL “RISCHIARAMENTO” (“AUFKLARUNG”) NECESSARIO. ANCORA NON SAPPIAMO DISTINGUERE L’UNO DI PLATONE DALL’UNO DI KANT, E L’IMPERATIVO CATEGORICO DI KANT DALL’IMPERATIVO DI HEIDEGGER E DI EICHMANN !!!IL PROBLEMA JEAN-JACQUES ROUSSEAU E LA CECITA’ DELLA TRADIZIONE CRITICA. Una sintesi di Bruno Gravagnuolo – con alcuni approfondimentiEcco allora ciò che deve … Continua a leggere

Costanzo Preve,Lettera politica per il nuovo anno

    Lettera politica per il nuovo annodi Costanzo Preve – 04/01/2012 Fonte: Arianna Editrice [              1. Nel prossimo anno 2012, e lo dico a coloro che seguono la mia attività filosofica, la sola cosa cui oggettivamente attribuisco importanza, sarà forse pubblicata una mia originale storia dell’intera filosofia occidentale, costruita con una metodologia storica e dialettica che considero … Continua a leggere

David Bidussa,25 anni fa se ne andava Primo Levi: ecco perché dire “mai più” non serve a niente

STORIA MINIMAdi David Bidussablog 25 anni fa se ne andava Primo Levi: ecco perché dire “mai più” non serve a nienteDavid Bidussa – 11 aprile 2012Primo Levi non era né un visionario, né un veggente. Semplicemente aveva vissuto con profondità e responsabilità il Novecento e sapeva che solo guardandolo in faccia era possibile andare avanti per davvero. Sarebbe bene tenerlo … Continua a leggere

Gigi Roggero,L’ASOR ruggente

L’Asor ruggentePubblicato il 24 febbraio 2012 · in alfapiù, libri · Gigi Roggero Cominciamo dal sottotitolo, più precisamente dagli anni indicati tra parentesi: 1960-1970. Non segnalano, infatti, solo l’arco temporale a cui appartengono i testi raccolti nel volume. Contengono innanzitutto la tesi del libro, così illustrata nella prefazione storica dal suo autore, Alberto Asor Rosa: «Tutto ciò che è avvenuto … Continua a leggere

David Bidussa,13 dicembre 1981: quando in Polonia libertà l’è morta

13 dicembre 1981: quando in Polonia libertà l’è mortaDavid Bidussa – 13 dicembre 2011Oggi 13 dicembre, forse anche complice involontario, lo sciopero dei poligrafici, nessuno si è ricordato che 30 anni fa, improvvisamente finiva la primavera polacca dei sedici mesi di Solidarnosc. Iniziata senza pensare a un processo di rapida espansione nell’agosto 1980, quando improvvisamente si animò la protesta operaia … Continua a leggere