Sergio Vicario,GUIDO MARTINOTTI “Buon Maestro”, socialista, sociologo, milanese

GUIDO MARTINOTTI “Buon Maestro”, socialista, sociologo, milanese

CIRCOLO DI VIA DE AMICIS 17

CIRCOLO CARLO ROSSELLI MILANO

PORTO FRANCO CLUB SOCIALISTA E RIFORMISTA

GRUPPO DI VOLPEDO, Rete dei circoli e associazioni socialiste e libertarie del Nord Ovest d’Italia
guga24.jpg
 
 
Giovedì, 28 Febbraio 2013 – Ore 21.00

Circolo de Amicis

Via de Amicis, 17 – Milano

 

Guido Martinotti

“buon maestro”, socialista, sociologo, milanese

 

Introduce:

Mario Artali  

Presidente del Circolo de Amicis

Intervengono:

Giuliano Amato

Mario Capanna

Alberto Martinelli

Giuliano Pisapia

Francesca Zajczyk

Modera:

Fabio Tamburini

Direttore Radiocor/IlSole24Ore e Radio 24

 
Partecipano: Bianca Beccalli, Felice Besostri, Bruna Borri, Barbara Bracco, Eva Cantarella, Giovanni Cominelli, Franco D’Alfonso, Davide Diamantini, Patrizia Galeazzo, Anna Maria Morazzoni, Michele Salvati, Giovanni Scirocco, Francesco Somaini, aggiungere i nomi che si ritiene opportuno segnalare

 Guido Martinotti è stato un grande innovatore a livello nazionale e internazionale della sociologia urbana, che ha contribuito a sviluppare in modo originale, rispetto alla tradizione americana e ad altre tradizioni europee, essendo attento alle potenzialità delle nuove tecnologie e applicando approcci multifattoriali e multidisciplinari allo studio dei comportamenti sociali nelle aree urbane e metropolitane. E’ stato per le giovani generazioni del ’68 e oltre un “buon Maestro”, capace di aprire diversi e più ampi orizzonti politico-culturali, insegnando a interpretare la realtà non attraverso prismi ideologici prefabbricati, ma attraverso l’osservazione dei comportamenti sociali e politici nel loro concreto manifestarsi.  Lo fece anche da socialista ‘liberal’, documentando, già nei primi anno ’80, come era cambiato l’elettorato socialista a Milano in conseguenza dei mutamenti sociali che avevano modificato in profondità la struttura sociale della città. Pur non riconoscendosi in molte delle scelte del Psi di Craxi, ha sempre rivendicato la fedeltà all’ideale socialista, anche dopo il tracollo del PSI a causa di Tangentopoli, non facendo mai mancare il suo acuto contributo e la sua presenza alle tante, anche piccole, iniziative della diaspora socialista. Le sue competenze e la sua passione sono sempre state messe a disposizione di chi si proponeva un cambiamento di governo della città, aiutando a capire come Milano cambiava nel tempo. Fu tra i primi, già nelle primarie del 2010 per la scelta del candidato sindaco, a sostenere la candidatura di Giuliano Pisapia e fu tra i promotori del “movimento dei 51”, che diede un contributo determinante alla sua vittoria nel 2011. L’imponente mole di Guido Martinotti ci ha lasciato, ma i suoi insegnamenti e i suoi consigli continueranno ad essere un lascito prezioso per noi, che abbiamo avuto la fortuna di averlo vicino nei momenti più importanti  della nostra crescita culturale, professionale e politica.

 

Sergio Vicario

 

Sergio Vicario,GUIDO MARTINOTTI “Buon Maestro”, socialista, sociologo, milaneseultima modifica: 2013-02-27T15:25:19+00:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento