Un accusativo al posto del dativo Canfora «bacchetta» il testo di Ratzinger

IL FILOLOGO
Un accusativo al posto del dativo
Canfora «bacchetta» il testo di Ratzinger
Lo studioso barese analizza le dimissioni del Papa
«Resta il disagio per due imperfezioni»

Unknown-2.jpeg

Luciano Canfora – foto Arcieri
BARI – Il testo in latino con cui Joseph Ratzinger ha annunciato le sue dimissioni contiene due errori. Lo ha notato il filologo barese Luciano Canfora che ha analizzato il testo sul Corriere della Sera in edicola oggi. «Resta il disagio per le imperfezioni di un testo destinato a passare alla storia», ha scritto il settantenne docente (oggi in pensione) dell’Università di Bari.

GLI ERRORI – Canfora, nell’analisi intitolata «Un esempio di latino moderno», ha individuato due «imperfezioni»: una parola declinata con un «intollerabile accusativo» al posto del dativo (commissum, collegato a ministerio: «avrebbe dovuto esserci il dativo commisso»). Il secondo errore nella frase di apertura, «dove il Pontefice – scrive Canfora – dice ai “fratelli carissimi” che li ha convocati “per comunicare una decisione di grande momento per la vita della Chiesa”: ma si legge pro ecclesiae vitae laddove avremmo desiderato pro ecclesiae vita».

LA CONCLUSIONE – «È bensì vero che il latino dei moderni riflette la ricchezza e la novità della lingua dei moderni, ma alcuni pilastri non possono, neanche in omaggio al “nuovo che avanza”, essere infranti», conclude, severo, Canfora.

ORARIO SBAGLIATO- Il quotidiano online La Tecnica della Scuola ha trovato un altro errore, in questo caso un refuso: nel testo originale, in latino, viene indicata come data del ritiro die 28 februarii MMXIII, hora 29, quando l’ora giusta è 20 (e infatti l’errore è stato successivamente corretto anche sul sito ufficiale del Vaticano).

Ludovico Fontana

Un accusativo al posto del dativo Canfora «bacchetta» il testo di Ratzingerultima modifica: 2013-02-13T19:09:59+00:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento