ESSERE FELICI secondo JORGE BUCAY

ESSERE FELICI secondo JORGE BUCAY <http://www.youtube.com/watch?v=9wM2E3UDg68&feature=related> Jorge Bucay (Buenos Aires, 30 ottobre 1949) è uno psicologo, drammaturgo e scrittore argentino.I suoi libri sono stati tradotti in più di diciassette lingue e hanno venduto più di 2 milioni di copie in tutto il mondo.Nasce a Floresta, un quartiere di Buenos Aires, da una famiglia di origini modeste. Inizia a lavorare all’età … Continua a leggere

Poesie di VITO RIVIELLO

Io che faccio notte in veritànon ne sono capace,fabbricare una notteriuscì a qualche artigiano del medioevo,bisogna avere due torri in facciauna lancia alle spallee vino nero, un mare nerocome prospettiva esaltante,aver visto i morti morire, io che faccio notte su notteproduco insonnia, sognima chi fabbrica le nottiha visto il giorno calmarsi,con la calma dei forti. Mappa Più a sud del … Continua a leggere

Marcello Hosch,Seuls deux d’entre nous?

Seuls deux d’entre nous?pubblicata da Hosch Marcello il giorno Sabato 4 dicembre 2010 Era l’inizio del gennaio del 1977, quando mio padre decise di portarmi con se a Lisbona dove ci saremmo fermati per otto giorni. Giusto l’anno dopo, il 25 aprile, in Portogallo avrebbe trionfato la Rivoluzione dei Garofani. Senza spargimenti di sangue si sarebbe estinta quella dittatura durata … Continua a leggere

Isabella Mattazzi,Sull’ermeneutica dell’immagine contemporanea

APRIRE LO SGUARDO. Sull’ermeneutica dell’immagine contemporanea   Isabella Mattazzi Che la nostra contemporaneità sia l’epoca della superiorità del visuale su qualsiasi altra forma percettiva è cosa nota. Le immagini, forme visibili del mondo, sono oggi con tutta probabilità il punto di contatto più saldo e articolato tra l’uomo e il reale. Mai come in questi ultimi decenni vedere, guardare hanno trovato maggior … Continua a leggere

Oriana Fallaci, L’abitudine

L’abitudine è la più infame delle malattie, perché ci fa accettare qualsiasi disgrazia, qualsiasi dolore, qualsiasi morte.Per abitudine si vive accanto a persone odiose, si impara a portare le catene a subire ingiustizie, a soffrire, ci si rassegna al dolore, alla solitudine, a tutto. L’abitudine è il più spietato dei veleni perché entra in noi lentamente, silenziosamente e cresce a … Continua a leggere

Elisa Donzelli, La giovane Morante

: [So che non so ciò che so] Elisa Donzelli, La giovane Morante LE PAROLE E LE COSELetteratura e realtà La giovane Morante26 settembre 2012 Pubblicato da Le parole e le cose | 0 commentidi Elisa DonzelliIl 2012 è anche un centenario femminile e l’Italia dovrebbe bearsene. Oltre a Giorgio Caproni e a Giovanni Macchia, nel 1912 sono nate Joyce … Continua a leggere

CAMBIO DI GOVERNO O DI SISTEMA? di Michele Michelino (*)

CAMBIO DI GOVERNO O DI SISTEMA? di Michele Michelino (*)   Centrodestra e centrosinistra, pur avendo differenti vedute su singoli aspetti, sono forze politiche che lavorano per lo stesso padrone. Ognuno dei due schieramenti propone la sua ricetta per salvare e tutelare il capitalismo, spacciandola come la migliore. I metodi politici sono diversi, ma gli interessi sociali, di classe, e … Continua a leggere

Alberto Benzoni – “Solo io il colpevole? Nell’abbuffata c’erano tutti…” mercoledì 26 settembre 2012

N.34 del 30 settembre 2012L’immaginaria autoassoluzione di Francesco FioritoAlberto Benzoni – “Solo io il colpevole? Nell’abbuffata c’erano tutti…”mercoledì 26 settembre 2012Alberto Benzoni   Se fossi Francesco Fiorito scriverei: sino a un mese fa, non ero nessuno. Oggi sono sulla bocca di tutti. A condannarmi sono alti magistrati, alti prelati, la mia regione, il mio partito, persino il Cavaliere!Stanno facendo di … Continua a leggere