Collettivo UNINOMADE,Per uno stile di militanza

30 / 03 / 2012    Per uno stile di militanza  di COLLETTIVO UNINOMADELa natura a suo modo costituente dell’azione del capitale finanziario si sta dispiegando completamente: in quanto sussume industria, servizi e lavoro sociale in generale, dà ormai prova di essere immediatamente politica. Perciò esso esercita una governance finanziaria sulla nuova composizione sociale del lavoro e trasforma quindi i governi … Continua a leggere

SOFRI. La Spoon River della crisi…

 SOFRI. La Spoon River della crisi… <http://www.lavocedifiore.org/SPIP/article.php3?id_article=5385> LA COSTITUZIONE, L’ART.18 DELLO STATUTO DEI LAVORATORI, E LO SLOGAN “IL LAVORO RENDE LIBERI” (“Arbeit macht frei”) DELLA NOTTE TRAGICA DELL’EUROPA….CRONACHE DI UN MASSACRO, UN “CONTAGIO DI SUICIDI”, E L’ART. 18. La Spoon River della crisi. Una nota di Adriano Sofri – a c. di Federico La SalaLo sciopero del 13 aprile è … Continua a leggere

Patrizia Villani,L’arte della traduzione

MOLTINPOESIA Il blog del Laboratorio Moltinpoesia, Palazzina Liberty, L.go Marinai d’Italia 1, Milano mercoledì 28 marzo 2012 Patrizia VillaniL’arte della traduzione Per continuare e approfondire anche sul blog i temi trattati nell’incontro del 27 marzo (2012) alla Palazzina Liberty di Milano sulle traduzioni di Marcella Corsi dai Poems di Katherine Mansfield pubblico l’intervento di Patrizia Villani. Seguirà in un prossimo … Continua a leggere

Corrado Bevilacqua La manovra : Politici e tecnici nell’Italia della crisi

Corrado BevilacquaLa manovraPolitici e tecnici nell’Italia della crisi  L’economia politica delle origini  – Smith, Malthus, Ricardo – era interessata ai problemi dello sviluppo. In questo quadro, che sociologicamente rappresenta il periodo della formazione della borghesia come classe, un ruolo fondamentale era esercitato dal lavoro il quale era visto – vedi la polemica di Smith contro le classi oziose – come … Continua a leggere

Massimo Gramellini,Ripartire da quel che abbiamo perduto: l’umanità

Ripartire da quel che abbiamo perduto: l’umanità Da qualche tempo i giornalisti aprono la posta con un moto d’angoscia. Finiti i tempi in cui i lettori si arrovellavano su destra e sinistra. Ora parlano di licenziamenti, debiti, rese esistenziali. Ieri mi ha scritto un uomo di 56 anni: aveva una moglie, un figlio, una piccola attività e un mutuo in … Continua a leggere

Aldo Giannuli, Perchè sono comunista

www.aldogiannuli.it   Perchè sono comunista Uno dei più assidui frequentatori di questo blog, mi ha chiesto perchè sono iscritto a Rifondazione Comunista e gli ho risposto sul post: perchè, essendo comunista, non trovo di meglio sulla piazza, quantomeno in termini di punto di raccolta di chi ancora si dice comunista. Questo, a sua volta rimanda al punto: ma perchè sei … Continua a leggere

CORRADO BEVILACQUA,Articolo 18 Il mito della mano invisibile

Articolo 18Il mito della mano invisibile Secondo la teoria economica oggi dominante, che altro non è che un banale rifacimento della teoria smithiana della mano invisibile, ciascuno di noi, perseguendo il proprio interesse è come condotto da una mano invisibile a realizzare inconsapevolmente il massimo benessere per la collettività nel suo insieme. Domanda è davvero così? No. Non è così. … Continua a leggere

Giorgio Morale,Vivalascuola. Bellezza tra parole non perfette

I paradossi dell’amore. Aa. Vv. “Love Out”, a cura di M. Baldrati »Vivalascuola. Bellezza tra parole non perfette Pubblicato da vivalascuola su marzo 19, 2012 “Insegno in un carcere, tra detenuti che hanno alle spalle storie diverse, ma che sono buoni ascoltatori di poesia. In carcere la buona novella si diffonde meglio che nei rumorosi licei milanesi dove tutto si … Continua a leggere

Barbara Pagnini ,(Robin Morgan): “Credo di una donna”

Barbara Pagnini ha pubblicato qualcosa nel gruppo L’Arte della Meraviglia.    Barbara Pagnini    25 marzo Robin Morgan: “Credo di una donna”Noi, esseri umani e donne, sospese sull’orlo del nuovo millennio. Noi siamo la maggioranza della specie, ma abbiamo abitato nell’ombra. Noi le invisibili, le analfabete, le sfruttate, le profughe, le povere. E noi votiamo: mai più. Noi siamo le donne affamate … Continua a leggere

LA SCUOLA: “FATICA SPRECATA”? NO! Possiamo ancora farcela, se vogliamo.

UN SAPERE DA CONDIVIDERE E DA TRASMETTERE E IL PARADOSSO DELL’ISTRUZIONELA SCUOLA: “FATICA SPRECATA”? NO! Possiamo ancora farcela, se vogliamo. Ma non dobbiamo perdere altro tempo. Un’intervista al sociologo Frank Furedi di Alessandro Zaccuri(…) tra i suoi bersagli più recenti spicca il cosiddetto paranoid parenting, ovvero come e perché, a forza di proteggere i ragazzi, i genitori abbiano sviluppato una … Continua a leggere