LA TEORIA DEL DONO E LA SCUOLA OGGI

LA TEORIA DEL DONO E LA SCUOLA OGGI La scuola, il dono, la vita e l’amore di Nicola Fanizza (( da NAZIONE INDIANA) Nonostante la razionalità economica cerchi in tutti i modi di trasferire lo scambio simmetrico in tutti gli ambiti della vita sociale, i risultati di tale sforzo sono in parte negativi in quanto in alcune situazioni trova un’irriducibile … Continua a leggere

Domenico Letizia , le Cooperative e la cultura americana

Segnalo questo mio articolo pubblicato su A rivista Anarchica e ora sulla biblioteca dell’egoista.Eventuali commenti sono ben accetti.domenico. Domenico Letizia le Cooperative e la cultura americana Gli Stati Uniti si distinguono dall’Europa per una profonda diversità storica, una tradizione storica molto più libera e liberale. Mentre in Europa le componenti liberali e socialiste si battevano contro il potere del re e … Continua a leggere

CAPRONI – AD PORTAM INFERI

CAPRONI – AD PORTAM INFERI  Chi avrebbe mai pensato, allora,di doverla incontrareun’alba (così solae debole, e senzal’appoggio di una parola)seduta in quella stazione,la mano sul tavolinofreddo, ad aspettarel’ultima coincidenzaper l’ultima stazione? Posato il fagottinoin terra, con una coccadel fazzoletto (di nebbiae di vapori è pienala sala, e vi si sfannoi treni che vengono e vannosenza fermarsi) asciugadi soppiatto – in frettacome … Continua a leggere

NIENTE PIU’ NIENTE AL MONDO di Massimo Carlotto con la regia Silvano Piccardi

Dal MovimentoNIENTE PIU’ NIENTE AL MONDO di Massimo Carlotto con la regia Silvano Piccardidal 2 al 6 novembre ospitiamo lo spettacolo: NIENTE PIU’ NIENTE AL MONDO di Massimo Carlotto regia Silvano Piccardi con Silvia Soncini  musiche Mario Arcari | consulenza scenografica Roberta Spegne | luci e fonica Umberto Giampaolo | coordinamento tecnico Angelo Ferro inizio spettacolo: feriali ore 21.00; festivi … Continua a leggere

Vittorio Giacopini,Merce e magia

Da  LO STRANIERO Merce e magiadi Vittorio Giacopini Più che un caso eclatante di pensiero unico (già la parola “pensiero” è esagerata) si è trattato di un’allucinazione collettiva, di un abbaglio. Scegliere tra i necrologi di Steve Jobs il più brutto o il più bello o il più melenso appare impresa titanica, impossibile e poi non si tratta di stilare … Continua a leggere

ARRIVANO I CINESI?

ARRIVANO I CINESI? …Il destino della Cina è di fare sempre paura. Con una decisione che ha in sè qualcosa di storico l’Europa la chiama , le chiede di aiutarla comprando titoli pubblici del Vecchio Continente (…) DANILO TAINO, PECHINO PREPARA CENTO MILIARDI MA FISSA NUOVE CONDIZIONI, ” Corriere della sera” pag. 2-3 Bruno Lauzi – Arrivano I Cinesi (1969) … Continua a leggere

Roberto Moro,Da Gerusalemme a Cordova passando per quai d’Anjou

Da Gerusalemme a Cordova passando per quai d’Anjou (storia parigina da raccontare a Ilaria, Nicoletta, Stefano, Nino, Luca)     Vieni a Parigi. Ascolta… Il Theatre de l’Ile Saint Louis (quai d’Anju) è giusto a metà strada tra place des Vosges, in pieno Marais, e il Quai d’Orsay che guarda diritto alle torri del Louvre. Ti capita su uno dei percorsi … Continua a leggere

Georges Bataille , Il limite dell’utile]

    Non è […] privo di conseguenze per gli uomini che la strada delle scienze – estranea alla dogmatica – conduca, attraverso l’itinerario che ho scelto, al dramma spirituale. Generalmente è la religione, è l’autorità che continua a detenere a porre i termini della questione. L’autorità rinvia al sentimento ingenuo, di cui anche l’uomo più dotto rimane imbevuto. A … Continua a leggere

Andrea Cortellessa,Il culto per Fabrizio De André nell’Italia contemporanea

IL più grande poeta italiano degli ultimi cento anni? 26 ottobre 2011 Pubblicato da Le parole e le cose Il culto per Fabrizio De André nell’Italia contemporaneadi Andrea Cortellessa È appena meno risaputo del fatto che non ci siano più le mezze stagioni. Se c’è un assunto dato per scontato dalla nostra cultura massmediatica è che i poeti non sono … Continua a leggere

Antonella Marrone,La canzone italiana è una lunga storia

La canzone italiana è una lunga storia di Antonella Marrone «Un’opera compiuta di chi compone parole in armonia tra loro in vista di una modulazione musicale». Questa è la canzone. Così la definì Dante Alighieri che non conosceva armonia, modulazione e composizione (semplicemente perché non erano ancora concetti espressi), ma che era un genio. E da qui parte “Storia della … Continua a leggere